CIRCOLARI

Postato il 29/09/2021

Nuove linee di indirizzo su aspetti fiscali delle contribuzioni/prestazioni

DOWNLOAD CIRCOLARE

La Commissione Nazionale per le Casse Edili (CNCE) con comunicazione n. 775 del 18 maggio 2021 ha diffuso una nota contenente le “Nuove linee di indirizzo per le Casse Edili/Edilcasse sugli aspetti fiscali delle contribuzioni/prestazioni afferenti le Casse”.

Con un suo recente pronunciamento (Risoluzione n. 54/E/2020), l’Agenzia delle Entrate ha previsto l’esclusione dall’imponibilità fiscale dei contributi versati“… qualora i contributi assistenziali versati dal datore di lavoro all’ente bilaterale non risultino riferibili alla posizione di ogni singolo dipendente, ovvero non sia possibile rinvenire un collegamento diretto tra il versamento del contributo effettuato dal datore di lavoro e la posizione di ogni singolo lavoratore. …”.

Considerato che la contribuzione versata dall’impresa alla Cassa Edile viene calcolata sulla base della massa salariale mensile complessiva e non in riferimento alla contribuzione del singolo dipendente, verificato pertanto che non sussiste un collegamento diretto tra il contributo del datore di lavoro e ciascun singolo dipendente con conseguente evidenza reddituale, la CNCE perviene alla conclusione “…che la contribuzione versata alla Cassa Edile dall’azienda non deve essere oggetto di imposizione e trattenuta fiscale da parte del datore di lavoro, atteso che non è finalizzata a costituire reddito direttamente e nell’immediato in capo al singolo lavoratore”.

Sulla base di quanto espresso le Casse non dovranno più, pertanto, procedere al calcolo della percentuale di contribuzione afferente le spese per assistenze sostenutené alla relativa comunicazione annuale alle imprese; inoltre l’imponibile fiscale del lavoratore non dovrà più essere maggiorato della percentuale riferita alla contribuzione assistenziale comunicata dalla scrivente Cassa per l’anno in corso.

 

Si allega la nota CNCE